Autismo

Origini ed evoluzione / definizione: Nel 1943 Leo Kanner descrive l’autismo come una malattia mentale classificata all’interno delle schizofrenie con la particolarità di un esordio precocissimo nei primi due anni di vita che esclude la compresenza di una malattia neurologica o genetica precisa.....continua

Clinica dell'autismo: Normalmente il bambino piccolo si affida all’Altro materno per essere garantito e poter entrare attivamente in un mondo caotico. In questo percorso, il bambino autistico trova un ostacolo, un inciampo.....continua

Il lavoro con i bambini autistici: Il bambino autistico spesso non parla, è stato chiamato “sordo d’anima”, ma […] non può fare a meno dell’Altro. Come fare allora in modo che l’autistico ne includa la presenza nel suo mondo? Il muro è più permeabile di quello che sembra.....continua

La pratica à plusieurs: Che partner esige il bambino autistico? Per parafrasare Donna Williams, egli cerca una guida che lo segua o come diceva un bambino “io sono il capo e tu lo scudiero”, un partner poco muscoloso, non intrusivo, che sia curioso verso il suo mondo e sappia valorizzare le sue trovate. Nella pratica à plusieurs ideata da Antonio Di Ciaccia gli operatori diventano i partner docili del bambino, dapprima curiosi, poi più propositivi, per creare un’atmosfera in cui egli possa trovarsi a suo agio.....continua